MISURE STRAORDINARIE a sostegno dell’ECONOMIA lombarda.

Il Consiglio di Regione Lombardia ha approvato, all’unanimità, una mozione volta a prevedere misure di sostegno straordinarie – contributi e/o finanziamenti agevolati – nei confronti di tutte le categorie economiche, in particolare piccole e medie imprese e liberi professionisti, colpiti dai provvedimenti restrittivi dovuti alla diffusione del Coronavirus su tutto il territorio lombardo.

Il Governo nazionale dovrà pertanto farsi promotore di azioni necessarie a sostenere le attività imprenditoriali, economiche e lavorative in genere, che risultano penalizzate dall’attuale emergenza sanitaria legata alla diffusione del COVID-19.

Tra le azioni richieste in via prioritaria si segnala, in particolare:

  1. L’istituzione di un Fondo nazionale di solidarietà.
  2. L’esenzione temporanea del versamento dei tributi e degli altri adempimenti fiscali e burocratici, nonché del pagamento delle utenze, per le attività colpite in tutto il territorio lombardo;
  3. Dilazione dei termini di pagamento delle rate dei mutui attraverso l’apertura di un tavolo ufficiale con le Banche e gli istituti finanziari;
  4. Sostegno ai lavoratori, in caso di perdita, anche temporanea, del posto di lavoro, attraverso politiche attive e la previsione di un fondo per casse integrazioni straordinarie;
  5. Sostegno alle istituzioni, alle attività e agli operatori del settore culturale e artistico con la rifusione da parte dello Stato dei minori introiti dovuti alle chiusure per motivi emergenziali sanitari;
  6. Per gli esercenti nella somministrazione di cibi e bevande e nell’ intrattenimento: esenzione da tributi e creazione di un fondo risarcitorio ad hoc;
  7. Risarcimenti e agevolazioni alle imprese operanti nel settore delle agenzie di viaggi, delle aziende di trasporto di persone, delle attività ricettive alberghiere ed extra alberghiere e del turismo;
  8. Risarcimenti agli operatori del settore fieristico e mercatale, per le spese già sostenute e per i mancati introiti previsti;
  9. Aiuti economici agli organizzatori di eventi sportivi,per le perdite economiche subite;
  10. Sostegno economico agli operatori di attività legate al benessere della persona (ad es.: spa, terme, massaggiatori, etc.);

Seguici, ti terremo aggiornato in ordine alle suddette misure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *